…. tre modi diversi per guardare la vita: possono convivere frammentazione ed integrità?  

Nei tre volti di un’unica persona, come possono trovare un senso tratti diversi, sensibilità ed emozioni contrastanti, l’ambivalenza del ricordo, l’incoerenza del pensiero? Possono aspetti così lontani trovare un comune sentiero in questo vagare senza meta che è il vivere stesso? E la conoscenza, con tutto il suo carico di sofferenza, non è forse come quella scala che nel tempio di Apollo in Delfi, ai piedi della Sacra Fonte, chiede all’uomo di scendere nelle profondità dell’essere per poi faticosamente risalire e trovar ristoro nella freschezza dell’acqua sacra al Dio?

Annunci

~ di henrydinottingham su novembre 29, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: